Blog: http://fabioevangelista.ilcannocchiale.it

Garibaldi, ossia la storia di un terrorista!

 Prendo spunto da un interessante post di Marco Ciano per alcune considerazioni di supporto:

Garibaldi fu un terrorista, che invase una nazione libera (fino a prova contraria il Regno della due Sicilie era uno stato sovrano) prospera (tasso di mortalitaà infantile piu' basso della penisola, prima fabbrica industriale della penisola ad Eboli, prima ferrovia tratto Napoli - Portici, Napoli quarto porto per importanza d'Europa) e indipendente !

Faccio un esempio, è come se domattina ci svegliamo e invadiamo la Svizzera dicendo che vogliamo fare l'unità subalpina con un popolo di lingua italiana, ma quale unita' !!! quello fu un furto di tutte le ricchezze del Sud invaso a favore del Nord invasore, il Banco di Napoli fu depredato delle ricchezze detenute nei suoi forzieri, i camorristi vennero scarcerati purchè appoggiassero garibaldi, le fabbriche di Eboli vennero smontate e trasferite a Torino, inizio' il primo vero momento di sterminio di un popolo studiato (molto prima dei nazisti) facendo passare coloro che si opponevano all’invasione per "briganti" (da recenti documenti pare che il cavour avesse concordato con l’argentina l’acquisto di alcune terre in cui deportare milioni di meridionali.

Questa data si puo’ scegliere come inizio della fine del Sud, come il momento da cui è iniziata quella parabola discendente che ci ha portato nelle attuali condizioni.

Pubblicato il 9/11/2007 alle 15.6 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web