.
Annunci online

Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto, quando l'ultimo animale sarà ucciso, solo allora capirete che il denaro non si mangia
Cina: Olimpiadi e montagne di soldi
post pubblicato in Diario, il 1 agosto 2008
Prendo spunto da un post di Gaetano Amato per parlare delle olimpiadi:

Le Olimpiadi in Cina sono l'ennesima dimostrazione che oggi contano solo i soldi e gli affari e che a nessuno, compreso Sarkozy da me elogiato per la scelta di non andare (prontamente ritrattata), gliene fotte nulla nell'ordine:
1) della democrazia: in Cina non c'è ma pare che nessuno se ne accorga;
2) della tutela dei diritti umani: in Cina vengono quotidianamente calpestati ma nessuno se ne accorge;
3) della tutela delle minoranze: Tibetani e non solo vengono quotidianamente massacrati fisicamente, culturalmente e spiritualmente qualcuno se ne accorge ma subito se ne dimentica;
4) dell'appoggio che da sempre la Cina fornisce ai peggiori regimi dittatoriali del mondo ogniqualvolta il consiglio di sicurezza dell'Onu vuol fare timidamente qualcosa (per fare due esempi recenti Zimbawe e Birmania) ma nessuno se ne accorge;

che siano le montagne di soldi che questi affari rappresentano (ma saranno poi veri affari per le nostre comunita' o solo per i "soliti" avvoltoi finanziari?)  ad occludere la vista di tutto ciò?

Nulla di nuovo sotto il sole

Il Presdiente che vorrei
post pubblicato in Diario, il 8 aprile 2008
Olimpiadi, monito del Premier Francese Sarkozy.
"Dialogo con il Tibet o non verrò"
Finalmente uno che non trova scuse, non fa sofismi per correre dietro agli yen.
Che tristezza questa Europa democraticissima, con i sui premier che fanno acrobazie verbali al fine di trovare una scusa per andare alle olimpiadi così da non disturbare la gallina dalle uova d'oro Cinese (ma lo sarà poi veramente ?), che tristezza gli USA che volevano esportare la democrazia ma poi hanno pensato bene che forse per loro è meglio esportare le merci;
come vorrei che uno dei nostri (?) candidati premier in campagna elettorale avesse detto qualcosa di fermo sulla questione.
Ma noi avremo un premier, non un Premier
la societa' dalla coscienza usa e getta
post pubblicato in Diario, il 19 marzo 2008

Questo è diventato ormai il ns. paese e l’Occidente tutto, un paese che parla per slogan senza sostanza, che si indigna finche lo fa indignare la TV, che quando la TV spegne i riflettori smette di indignarsi come se il mondo fosse tutto un Grande Fratello; oggi è il momento di indignarsi per il Tibet, si esprime solidarietà ai monaci Tibetani, si inscenano manifestazioni dinanzi alle ambasciate Cinesi, si invita al boicottaggio delle Olimpiadi, ci si commuove per la tragedia; non so perché, ma ho come la sensazione di un deja vu, infatti mi sembra di ricordare un episodio lontano lontano nel tempo che oggi nessuno ricorda più, ma si! il massacro dei monaci in Myammar, ma certo nessuno se lo può ricordare è successo ben 5 mesi fa e poi la televisione non ne parla più, ma oggi a qualcuno interessa come è finita……?

Sfoglia maggio        settembre
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca