.
Annunci online

Solo quando l'ultimo fiume sarà prosciugato, quando l'ultimo albero sarà abbattuto, quando l'ultimo animale sarà ucciso, solo allora capirete che il denaro non si mangia
relazione al bilancio 2012
post pubblicato in Diario, il 30 giugno 2012

Signore consigliere, signori consiglieri, ritengo inutilesottolineare la gravità del momento economico e sociale in cui ci troviamo apresentare questo documento di programmazione; un momento di crisi quale noncredo vi sia traccia dal dopoguerra ad oggi e quindi mai come in questo momentoè necessario sviluppare un impegno amministrativo che sappia coniugare ilrigore di bilancio con una seria e ponderata programmazione amministrativa.

Parto da una considerazione che purtroppo ogni anno citroviamo a fare, ossia cambiano i governi, di destra di sinistra, di centro edora anche tecnici, ma purtroppo l’atteggiamento nei confronti degli enti localiresta sempre lo stesso, tagliare, tagliare e poi ancora tagliare, il tuttosenza alcuna ipotesi programmatoria e quel che è peggio senza alcuna chiarezzanormativa, dove almeno quella dai “Professoroni universitari Tecnici” ce lasaremmo aspettata; non è un caso che per il secondo anno consecutivo citroviamo a presentare il bilancio di previsione utilizzando tutto il tempo anostra disposizione, le normative mutano quotidianamente e ancora oggi nontutto è chiaro neanche a livello centrale e questa badate bene non èl’elucubrazione di un modesto assessore di provincia ma quanto mi è statorappresentato neanche 5 giorni orsono in un dialogo da un Direttore Centraledel Ministero dell’Interno.

I dati con i quali ci siamo trovati a lavorare sul versantedell’entrata sono quest’anno davvero drammatici, tagli dei trasferimentidall’entità inusitata, che hanno visto il Comune di Mercogliano assolutamenteed ingiustificatamente penalizzato nei confronti di altri enti comunali deiquali non faccio nomi per non alimentare una guerra tra poveri che non fa benea nessuno e a questo dato si accompagna, sempre sul versante delle entrate, undato IMU che ci penalizza ulteriormente rispetto al dato ICI dello scorso anno,stante la compartecipazione dello stato a tutto ciò che non è prima casa.

Permettetemi a riguardo un passaggio su questa nuova impostadel governo che io ho definito Imposta Mungitura, ebbene a parte le battute,questa imposta rappresenta il massimo di quello che io definisco “il giocodelle tre carte”, il governo dei “tecnici” introduce una nuova impostacomunale, a seguito di questa riduce i trasferimenti in maniera nettamentesuperiore rispetto al maggior gettito che andremo ad ottenere dall’IMU primacasa rispetto al dato dello scorso anno, e poi dopo avere aumentato al 160% laponderazione della rendita catastale (già aumentata del 5%) fa a metà con ilcomune sul dato seconda casa, impedendo peraltro qualunque manovra al ribassostante la sua compartecipazione alle aliquote prestabilite; ancora di più viannuncio che il Comune di Mercogliano, con sommo gaudio della Lega, è uno dei300 comuni che ha ormai realizzato nel concreto il federalismo fiscale, anzi èdatore allo stato centrale di 20.000 euro, in quanto i trasferimenti erarialisi attestano ad 960.000 euro mentre la quota che il governo si prende sull’IMUè di 980.000 euro, per assurdo saremo contenti se il prossimo anno cessasseroper sempre i trasferimenti erariali e si concedesse ai comuni un verofederalismo, visto che quest’anno abbiamo avuto la manovra più centralistadell’ultimo decennio.

Non vi nego che in questo quadro dove i tagli ammontanocomplessivamente a circa 1.000.000 di euro ed il quadro normativo cambia giornoper giorno, riuscire a predisporre un bilancio di previsione è stata l’impresapiù difficile di questi ormai 7 anni di amministrazione; il documentoprogrammatorio esce da questo semestre di duro lavoro di continuo confronto congli uffici e con gli assessorati e con il fine di produrre un previsionale chepossa coniugare per quanto possibile, rigore e servizi; questo perché è proprionei  momenti di maggiore crisi, comequello attuale che i cittadini chiedo servizi ed assistenza all’ente comuneche, non finirò mai di dirlo, rimane l’unico vero interlocutore del cittadinoin quanto ente di prossimità.

Accanto alle problematiche di cui sopra sul versante delleentrate, ci siamo trovati sul versante delle uscite, l’imprevistodell’emergenza neve, che ora con questi caldi appare lontana anni luce, ma cheinvece è gravata su questo ente solo tre mesi orsono; come al solito di tuttoquanto promesso non si è visto un solo euro ed i comuni sono stati lasciatisoli ad affrontare oltre ai problemi contingenti anche le conseguenzefinanziarie di tale emergenza; l’impegno dell’amministrazione, e qui credo siainutile sottolineare l’impegno profuso dal Sindaco in quei giorni e delpersonale del comune, ha consentito di gestire l’emergenza da buon padre difamiglia limitando la spesa complessivamente a 70.000 euro a fronte delle spesedei comuni contermini assolutamente più alte; a tale voce di uscite non abbiamoprevisto alcuna contropartita in entrata, questo me lo consentirete per laassoluta mancanza di fiducia nei confronti delle istituzioni sovra comunali.

Conseguenza di questa serie di situazioni è che ci è statoimposto di effettuare delle scelte nette anche se amare di politica fiscale,abbiamo dovuto scegliere, stante la assoluta incapienza del maggiore gettitoIMU ad aliquote base rispetto ai già contingentati trasferimenti e ristorni ICIdello scorso anno, abbiamo dovuto scegliere dicevo se tassare il reddito o ilpatrimonio ed abbiamo ritenuto che in questa congiuntura macroeconomica fossepreferibile la seconda opzione; certo non fa felice nessuno e men che menol’assessore ai tributi prevedere stabilire delle aliquote IMU maggiori diquelle base, ma vi assicuro che altra strada non c’era, tutto il tagliabile èstato tagliato e questo dato è confermato dal fatto che tutti i comuni di unacerta dimensione, pur avendo molti di essi trasferimenti erariali e aliquotedell’addizionale Irpef considerevolmente più alte, hanno dovuto procedere inquesta direzione.

Continueremo l’azione di valorizzazione del patrimonioimmobiliare andando ad alienare i beni non funzionali alla attivitàamministrativa che inoltre drenano risorse per la manutenzione, mentretenderemo sempre più a portare a reddito le infrastrutture strategiche delterritorio. A maggior ragione si dimostra oculata e lungimirante la scelta diavviare un serio programma di lotta all' evasione, é ancora più amaro esserechiamati a sostenere dei sacrifici quando altri non pagano quanto dovuto; dovremmoinoltre finalmente portare a complimento l'avvio dei tagli boschivi che oltre aproteggere la montagna ci garantiranno delle importanti entrate, infine dellebuone entrate ai attendono da un ulteriore messa a reddito dei parcheggi; tuttoquello che era possibile fare è stato

Gli assi portanti del bilancio 2012 sul versante delle uscitesono come al solito il sociale, la scuola e la vocazione turistica, senzamancare di prevedere, entro i limiti del possibile, la manutenzione delleinfrastrutture pubbliche, accanto a questi elementi.

Resta forte nel nostro bilancio come detto l’attenzione peril sociale, le fasce deboli della popolazione, peraltro in costante e continuoaumento, sono quelle storicamente al centro dell’agenda politica della nostraamministrazione, preservare la dignità di chi è rimasto indietro è da sempre ilprincipale obbiettivo che ci proponiamo; tutto questo sarà sviluppato pur inassenza di una politica nazionale e regionale di sostegno alle politichesociali, infatti è oramai azzerato il fondo regionale per le politiche socialiche quest’anno verranno integralmente finanziate dal bilancio comunale.

Alla stessa stregua l’offerta turistica sul territorioavverrà esclusivamente con fondi comunali e grazie alla straordinariacollaborazione delle associazioni e dei comitati festa; abbiamo deciso inmaniera chiara di abbandonare i finanziamenti regionali, dove pur essendo ognianno il Comune di Mercogliano individuato ai primissimi posti per l’offertaturistica, vedevamo solo decreti e solo anni dopo i fondi; questo non è piùammissibile, abbiamo quindi anche quest’anno ulteriormente contingentato laspesa per l’estate a Mercogliano riducendo i fondi a soli 30.000 euro.

Le scuole e le infrastrutture saranno oggetto di prepicuiinterventi anche se in questi casi cercheremo oltre ad attingere ai fondicomunali, di reperire risorse anche seguendo altre strade.

Concludo ringraziando tutti voi per avermi voluto ascoltare,il Sindaco, con la sua tenace e quotidiana pressione che mi ha messo per raggiungereobbiettivi che all’inizio sembravano lontani, i dirigenti e i colleghiamministratori per gli spunti, i suggerimenti e soprattutto per il grande sensodi responsabilità dimostrato nel sapere accogliere con buonsenso i tagliimposti, nonché per aver collaborato a cercare e trovare soluzioni; ma inultimo mi sia consentito un ringraziamento particolare al dott. Di Gaeta, chequotidianamente mi ha supportato e sopportato, anche quando lo chiamavo alledieci di sera per cercare insieme la soluzione ad un problema, anche se glirompevo le scatole la domenica pomeriggio, ho visto in lui in questo periodouna dedizione ed una passione davvero encomiabili non guardando mai nel’orologio ne se il giorno fosse festivo o lavorativo ed infine ultima ma certamentenon ultima la Dott.ssa Gemma Festa che è ormai per me e per tuttal’amministrazione punto di riferimento tecnico, morale ed etico, la suadedizione e la sua instancabile disponibilità sono state sprone e modello pertanti; anche nei momenti in cui le difficoltà sembravano prevalere il poterciguardare in faccia e confrontarci sui vari temi animati solo dalla volontà difare il bene di questa comunità è stato patrimonio di insostituibile valore.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. mercogliano bilancio 2012 imu

permalink | inviato da fabioevangelista il 30/6/2012 alle 9:38 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
Sfoglia aprile       
il mio profilo
calendario
rubriche
tag cloud
links
cerca